CURIOSITA’

Le vere meraviglie di Ziano

Ziano Piacentino è un paesino delizioso.

E si trova nel cuore di un territorio a spiccata vocazione agricola, con un’alta densità di coltivazioni vitivinicole di elevatissima qualità.

Il Gutturnio è il re dei vini piacentini, riconosciuto con D.O.C. nel 1967.  La sua produzione è consentita esclusivamente nella provincia di Piacenza, ed è un vino ottenuto dai vitigni Barbera e Croatina (localmente chiamata Bonarda, ma che non ha nulla a che fare con il vitigno piemontese). Il suo nome deriva da “gutturnium”, una coppa tonda d’argento di epoca romana, trovata nel 1878 nel greto del Po.

gutturnium

Il Gutturnio viene prodotto in 3 tipologie:

  • Frizzante – Colore rosso rubino brillante di varia intensità, profumo caratteristico vinoso e sapore secco o abboccato, fresco, giovane. Frizzante. Servito alla temperatura ideale di 18°C, si accompagna a minestre e carni bianche e di maiale. Grado alcolico 12°.
  • Superiore – Colore rosso rubino intenso, leggermente vinoso, asciutto, secco, fine, con caratteristiche organolettiche classiche e superiori, immesso al consumo dopo il 1° Aprile dell’anno successivo alla vendemmia. Servito alla temperatura ideale di 19-20°C, è ottimo con formaggi e carni rosse scelte. Grado alcolico 12,5°.
  • Riserva – La tipologia Riserva deve sostare per almeno 6 mesi in botti di legno a partire dal 1° ottobre dell’anno di raccolta delle uve e deve essere commercializzata dopo 2 anni dalla vendemmia. Colore rosso rubino, profumo sapido, gradevole, di sapore asciutto, secco, armonico, pieno di corpo. Prodotto solo in annate di particolare pregio, conserva le migliori qualità per lungo tempo. Servito alla temperatura ideale di 20°C, ideale con carni di selvaggina e brasati saporiti. Grado alcolico 13°.

La dicitura Classico, presente su alcune bottiglie nella versione “fermo”, identifica un vino prodotto nei comprensori storici della D.O.C.

L’ Ortrugo è il bianco piacentino per eccellenza e nasce dal vitigno omonimo, tipico e esclusivo della zona. Il nome deriva da “altruga o artruga” che in dialetto piacentino significa “l’altra uva”. È stato riscoperto agli inizi degli anni ’70, ottenendo agli inizi degli anni ’80 la D.O.C.

Colore paglierino chiaro tendente al verdognolo, delicato, caratteristico, con retrogusto amarognolo asciutto, vivace o frizzante, anche spumante. Servito alla temperatura ideale di circa 9°C, è ottimo come aperitivo, vino da tutto pasto, si abbina ad antipasti magri, paste asciutte e risotti con salse e verdura.

La Malvasia D.O.C. dei Colli Piacentini nasce da un vitigno presente solo nel territorio piacentino, la Malvasia di Candia Aromatica. Il colore è paglierino con riflessi verdognoli, profumo intenso e persistente, aromatico, armonico, secco o amabile o dolce, tranquillo, vivace o frizzante, anche spumante e passito.

Servito alla temperatura ideale di 10°C, si accompagna, se secco a minestre, piatti a base di uova e zuppe di pesce; se dolce, con torte e pasticceria.

Il Passito Rosso dal colore rosso granato carico e il caratteristico il profumo intenso di confettura, maturo, molto dolce e fragrante con particolari accenti di prugne secche. In bocca si presenta molto morbido, vellutato, sapido e con un retrogusto amarognolo.

L’accentuata morbidezza lo rende perfetto nel fine pasto per accompagnare i dessert. Molto intrigante con il cioccolato fondente e i dolci al cioccolato.

© Casale nelle Vigne | C.F. GRNRTI60T45F205E | Privacy Policy | Cookie Policy